Monti Lepini e Cavoni

Oggi ho inviato una lettera all’Assessore Paris, Lavori Pubblici:

Gentile Assessore Paris,
Le scrivo in merito alla “Chiusura parziale S.S. dei Monti Lepini per lavori di realizzazione della piastra attrezzata per il collegamento del quartiere “Cavoni” con la restante parte della città superando la barriera della S.S. dei “Monti Lepini”, come recita l’Ordinanza n. 91/LL.PP.
Volevo chiederLe quando e’ previsto il termine dei lavori, e la riapertura della Statale.
Probabilmente la risposta e’ nell’Ordinanza citata, ma dal sito web del nostro Comune cliccando non si apre il documento.
La saluto cordialmente.

Il candidato Michele Marini

Pubblico il testo del programma elettorale di Michele Marini, che è online qui.
Non desidero fare campagna elettorale, ma avere un punto di riferimento nel valutare l’attività di Marini se sarà lui il futuro Sindaco di Frosinone.

Obietterete che il programma è già su Internet, ma chi ci assicura che dopo le elezioni il sito che lo contiene rimarrà “in vita”?

Non appena trovo i programmi degli altri candidati, farò la stessa cosa.

“PROGRAMMA ELETTORALE DEL CANDIDATO A SINDACO MICHELE MARINI
Sarà compito della nuova amministrazione incoraggiare la crescita economica del sistema locale, con azioni rivolte all’agricoltura, al turismo, all’industria, ai servizi, al commercio e all’artigianato, anche sulla base delle infrastrutture a valenza strategica (Aeroporto e Interporto) la cui realizzazione dovrà comunque essere concepita nel pieno rispetto dei principi di uno sviluppo sostenibile e con la partecipazione popolare al processo decisionale. Per il commercio specifici interventi riguardano in particolare lo sviluppo del Centro Commerciale Naturale, già oggetto di finanziamento regionale nella precedente amministrazione, onde sostenere le unità commerciali e l’artigianato artistico-tradizionale del centro storico, in quanto rappresentativi dell’identità culturale della città.Per il turismo è nostro obiettivo valorizzare la centralità di Frosinone, in quanto capoluogo di Provincia, soprattutto per quanto riguarda il turismo culturale, il turismo religioso ed il turismo naturalistico, promuovendo azioni di marketing territoriale, volte ad intercettare i flussi turistici all’interno della regione. In quest’ottica sarà altresì compito della nuova amministrazione incoraggiare sia la realizzazione di nuove strutture ricettive che la qualificazione delle strutture esistenti. Per l’industria nostro impegno è elevare il grado di attrattività per la realizzazione di nuovi insediamenti industriali, snellendo le procedure amministrative ed elevando la dotazione infrastrutturale, completando il programma viario legato allo sviluppo dell’Area Interportuale e del comprensorio Aeroportuale nonché del suo collegamento con il Casello Autostradale e la Viabilità Industriale; sollecitando una connessione efficiente con la linea ferroviaria A.V. soprattutto per il trasporto delle merci e per il collegamento con il realizzando Interporto; sostenendo, in quanto comune capoluogo, il completamento, ampiamente in corso, della Sora-Frosinone nel tratto Castelmassimo-Tecchiena-Ferentino con la realizzazione del nuovo Casello Autostradale a Ferentino e dei relativi svincoli a Frosinone e a Tecchiena, in quanto ritenuta come prima vera emergenza riguardante non solo il territorio del Comune di Frosinone, ma anche il sistema più ampio dell’intera Provincia e dei collegamenti interregionali verso l’Abruzzo; completando il collegamento tra la SS 156 e la SS 6 Casilina; ultimando i lavori di messa in sicurezza della SS 156 Monti Lepini – tratto urbano -, con la rivisitazione dell’accesso al casello della A/1. Per l’industria nostro impegno è anche promuovere lo sviluppo dell’innovazione istituendo la cittadella tecnologica che, sinergicamente sia con la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cassino, la cui sede distaccata di Frosinone rappresenta una forte potenzialità della nostra Città, sia con il Palmer, il cui valore scientifico, rappresentando ormai una risorsa per la crescita del territorio, contribuirà allo sviluppo del nostro sistema locale sotto il profilo della competitività.
IL COMUNE PER UNA CITTA’ SEMPRE PIÙ VIVIBILE
I prossimi cinque anni di amministrazione saranno fortemente rivolti all’ambiente, la cui salvaguardia è condizione necessaria per la vivibilità nella nostra città.In questa direzione occorrerà: rafforzare il ruolo del fiume Cosa nello sviluppo urbanistico della città, portando a termine il progetto di riqualificazione e di recupero dello stesso; portare avanti il processo di riqualificazione del centro storico; realizzare l’oasi ecologica del lago di Maniano;migliorare ancor di più l’arredo urbano; ridurre, per diventare un comune ad emissione zero, l’inquinamento acustico e atmosferico, incoraggiando la circolazione pedonale, potenziando e razionalizzando, con mezzi a basso impatto ambientale, il servizio pubblico navetta, anche alla luce del nuovo impianto di risalita, ormai in fase di ultimazione, fra la Frosinone bassa e la Frosinone alta, istituendo zone a traffico limitato, procedendo con la progressiva pedonalizzazione del Centro Storico, con contestuale realizzazione di parcheggi anche di ridotte dimensioni a ridosso dello stesso, ottimizzando il piano urbano del traffico, introducendo le energie rinnovabili all’interno degli edifici pubblici.

IL COMUNE DEI SERVIZI SEMPRE PIÙ PER LA CULTURA
Frosinone, in quanto capoluogo di provincia, deve rafforzare il proprio ruolo di motore di sviluppointercomunale della cultura, proponendosi come vero e proprio Polo della cultura provinciale.In quest’ottica sono da concepire la realizzazione della Casa della cultura, in fase di realizzazionenella struttura dell’ ex Mattatoio, la realizzazione dell’auditorium e del teatro – già oggetto di programmazione della amministrazione uscente con gli interventi rispettivamente nel Matusa e nello Scalo -, l’istituzione di un centro destinato alla produzione cinematografica, la realizzazione di una pinacoteca comunale, l’istituzione dell’accademia internazionale di fotografia. In particolare con l’auditorium: vogliamo sfruttare la potenzialità culturale offerta dal conservatorio, ormai diventato elemento di forza della nostra identità culturale e far sì che molti dei nostri giovani talenti non dovranno più trasferirsi a Roma per dare dimostrazione della loro professionalità, potendo concretizzare nella nostra città la formazione acquisita, con anni di studi, nel conservatorio. Con la pinacoteca comunale, intendiamo trasformare le potenzialità locali, ormai ampiamente note soprattutto grazie all’impegno profuso dagli ultimi nove anni di amministrazione nella creazione di un vasto e riconosciuto tessuto di artisti locali. La pinacoteca sarà la vetrina della nostra arte e, quindi, di parte della nostra cultura. Con il centro di cinematografia, vogliamo proporci come complemento alla capitale che, come noto, rappresenta in questo campo l’eccellenza in Italia. Con l’accademia internazionale di fotografia nostro obiettivo è costituire un laboratorio dell’immagine, che rafforzi il quadro delle discipline professionali fotografiche, con particolare attenzione alle relazioni tra fotografia tradizionale e fotografia digitale.Sia il centro di cinematografia che l’accademia internazionale di fotografia saranno concepiti in continuità con l’attività formativa dell’Accademia delle belle arti, divenuta nel corso degli anni una realtà di eccellenza del nostro territorio. In questa prospettiva è nostra intenzione realizzare, mediante riconversione di insediamento industriale, un’unica struttura dove le due nuove attività potranno sinergicamente operare con l’Accademia.

IL COMUNE DEI SERVIZI SEMPRE PIÙ EFFICIENTE
L’obiettivo del presente programma è favorire il processo di modernizzazione e razionalizzazione dell’organizzazione amministrativa dell’ente, con la previsione di specifiche azioni sull’allocazione delle risorse, sulla pianificazione economica e sul controllo di gestione, onde elevare la qualitàe la quantità dei servizi erogati a parità di risorse finanziarie impiegate.Ancora nell’ottica dell’efficienza volta ad elevare la qualità dei servizi offerti al cittadino, snellendo ancor di più le procedure burocratiche, occorrerà ottimizzare l’informatizzazione del territorio, prevedendo una sede operativa centralizzata e alcune sedi periferiche comunali e circoscrizionali.Efficienza significa anche continuare e rafforzare ulteriormente le azioni portate avanti negli ultimianni, in materia di accertamento delle imposte, impegnando ancor di più la struttura affinché scompaiano definitivamente le sacche di evasione e, con le risorse finanziarie così prodotte, si possa raggiungere un superiore equità fiscale, riequilibrare il carico impositivo soprattutto a favore dei cittadini dai redditi più bassi, anche con interventi volti ad un sistema tariffario più solidale.

IL COMUNE DEI SERVIZI SEMPRE PIÙ A SERVIZIO DEI GIOVANI
Continuiamo a ritenere che i giovani siano una grande risorsa per lo sviluppo della nostra città. Da qui il nostro impegno è duplice: da una parte potenzieremo i servizi esistenti, quali Informagiovani, la Banca del Tempo ed il CAG (Centro Aggregazioni Giovani), ormai diventati, grazie alla precedente amministrazione, vera e propria risorsa del nostro sistema comunale; dall’altra, amplieremo la dotazione di servizi facendo ricorso ad una serie di iniziative ad alto valore per i giovani, dalla istituzione della Casa dei giovani, volta a soddisfare i loro fabbisogni in termini di strutture da destinare allo sviluppo della creatività, alla sistematica attività di sostegno all’imprenditoria giovanile, prestando attività di tutoraggio e assistenza nella fase di start up e istituendo finanziamenti specifici per la trasformazione delle idee imprenditoriali in veri e propri progetti di impresa. La maggiore attenzione verso i giovani ci porta anche ad impegnarci per interventi mirati ad incoraggiare e sostenere lo sport in tutte le sue manifestazioni, considerato che lo sport, oltre che concorrere al benessere psicofisico, rappresenta un importante strumento di integrazione. Senza dubbio, sotto tale profilo, il fatto che Frosinone abbia la sua squadra di calcio in serie B esercita un forte richiamo dell’attività sportiva, per cui possiamo essere certi che oggi i nostri giovani sono più che nel passato orientati allo sport. Tuttavia, affinché questo circolo virtuoso continui anche nel futuro occorre consentire alla società del Frosinone calcio di continuare ad operare, mettendo a disposizione, nel più breve tempo possibile, uno stadio che sia consono alla serie B, qual è il Casaleno. Con il nuovo palazzetto dello sport, inoltre, è nostra intenzione sostenere ed incoraggiare gli altri sport, attivando, in collaborazione con le scuole, una campagna di sensibilizzazione in modo da irrobustire la cultura dello sport sin dalla giovane età.

IL COMUNE DEI SERVIZI SEMPRE PIÙ VOLTO ALLA PARTECIPAZIONE E ALLA TRASPARENZA
Il Comune deve sempre di più elevare il suo livello di trasparenza e di partecipazione, dando concretamente a tutti la possibilità di seguirne l’attività amministrativa attraverso una comunicazione interattiva ed una maggiore sensibilità e disponibilità del personale del Comune.A tal fine non solo ottimizzeremo il sito dell’Ente, istituendo un apposito Forum dedicato alle istanze, osservazioni e rilievi dei cittadini ed una specifica sezione grazie alla quale i cittadini, senza recarsi presso la sede comunale, potranno non solo seguire l’iter delle loro pratiche ma anche dare una valutazione sui tempi e qualità delle risposte e delle risoluzioni ricevute, ma potenzieremo ancor di più l’ufficio informativo già da tempo attivo nell’ambito del lavoro, della scuola, della sanità e dell’assistenza. Inoltre, sempre a garanzia di una maggiore partecipazione, sarà istituita la Casa delle Associazioni, in cui le diverse associazioni del territorio, già da tempo in rete grazie all’azione svolta dall’amministrazione, potranno svolgere le loro attività statutarie. E’ infatti ferma convinzione del candidato a Sindaco e della coalizione che propone questo programma il fatto che le libere associazioni e il volontariato rappresentino una ricchezza culturale, sociale ed economica per la città. E’ nostro impegno, quindi, destinare alle Associazioni strutture idonee affinché possano operare, senza il condizionamento economico dell’affitto di locali, coltivando interessi dei cittadini, favorendo la socializzazione ed il dialogo, superando l’isolamento e l’individualismo della società moderna.

IL COMUNE DEI SERVIZI SEMPRE PIÙ SOLIDALE
Nel Comune dei prossimi cinque anni, sulla base dei risultati raggiunti negli ultimi anni, la solidarietà continuerà ad essere al centro della nostra attività amministrativa, in modo che Frosinone possa continuare ad essere una tra le città italiane più attente al sociale, occupando una posizione di rilievo nelle classifiche annuali dei servizi, stilate da Legambiente, di valutazione sulla qualità erogata dai Comuni capoluogo di Provincia.La concertazione, tramite i Piani di Zona per il soddisfacimento dei bisogni sociali ed assistenziali,continuerà ad essere il nostro approccio alla politica sociale.Considerato il valore della famiglia, quale fulcro dello sviluppo della società, l’amministrazione, in continuità con la politica sociale degli ultimi anni, impiegherà una parte rilevante delle proprie risorse per i servizi di supporto alle famiglie per lo svolgimento delle loro funzioni di cura ed educazione dei propri bambini, di affiancamento ai genitori ormai anziani, di partecipazione alle attività di aiuto e volontariato in favore del benessere della collettività.In questa prospettiva potenzieremo ancor di più la dotazione di asili nido, continueremo a sostenere gli spazi, inclusa la ludoteca, in cui i nostri bimbi possono socializzare e sviluppare le loro capacità fisiche intellettive; rafforzeremo vieppiù il trasporto scolastico soprattutto per le zone periferiche e meno collegate con il centro urbano, continueremo a finanziare i college estivi gestiti da Associazioni e da Cooperative di assoluto valore sotto il profilo sociale. Ancora, nella convinzione che la famiglia possa diventare una risorsa per la collettività, mettendo a disposizione le proprie competenze, esperienze, capacità di ascolto ed energie nei confronti di altre famiglie o persone, sarà nostra cura continuare a promuovere, incoraggiare gli interventi di sostegno e di affidamento familiare, volti ai bambini delle famiglie in difficoltà. Così come, visto che le famiglie, nel corso della loro vita possono attraversare momenti di difficoltà legati al verificarsi di eventi critici (quali ad esempio la nascita di un bimbo portatore di handicap) o a situazioni lavorative o economiche problematiche, i Servizi Sociali del comune continueranno a mettere a disposizione forme di aiuto di tipo assistenziale, di sostegno logistico di inserimento nel mondo del lavoro e di contribuzione economica.Altrettanta attenzione sarà dedicata alla sanità. Considerato che il Sindaco di Frosinone è capofila della “Conferenza dei Sindaci”, assumiamo l’impegno per una Sanità Pubblica efficiente e di qualità, onde sia tutelato il diritto alla salute per tutti i cittadini. Nell’ottica di città sempre più solidale, fissiamo, inoltre, come nostra priorità amministrativa la politica della casa. Visti, infatti, gli alti canoni di affitto, che ormai caratterizzano anche il mercato immobiliare del nostro comune, non si potrà prescindere, nel prossimo quinquennio, dal promuovere una politica della casa maggiormente orientata ai cittadini dai redditi più bassi, incentivando, anzitutto, la costruzione di nuove case popolari. E’ nostra ferma convinzione, inoltre, che ai fini di una superiore cultura della solidarietà occorrerà dedicare maggiore attenzione all’educazione, intesa nel senso etimologico di tirare fuori il talento e le peculiarità di ciascun cittadino per la sua realizzazione, attraverso gli strumenti e le strutture messe a disposizione sul territorio.A riguardo sarà nostro impegno portare a termine interventi rivolti specificamente alla realizzazione di nuovi edifici scolastici (Selva Piana, Madonna della Neve e Cavoni) e al rifacimento degli edifici esistenti con capillare e puntuale piano di manutenzione straordinaria.